Minilifting

Minilifting

 

I minilifting sono indicati a quanti presentano un viso ancora giovane, sul quale però cominciano ad essere evidenti rilassamenti o tracce di invecchiamento in punti circoscritti.

I minilifting costituiscono un’ottima alternativa ad un lifting più incisivo, magari rimandato nel tempo, non solo per il l’immediato beneficio estetico, ma anche perché svolgono un’efficace azione preventiva sull’ulteriore sfaldamento delle strutture muscolo-cutanee del viso.

Inoltre, non solo per arrestare le lancette del tempo, i mini lifting sono indicati anche a tutti coloro che hanno piccoli difetti congeniti: “i lifting, come suggerisce la parola stessa, sono interventi che mirano a risollevare i cedimenti delle strutture del viso perciò i mini lifting non intervengono esclusivamente in rapporto all’età o, per essere più precisi, all’invecchiamento, ma si rivelano efficaci anche per correggere lineamenti che si trovano in modo congenito al di sotto della loro sede ideale.

Le zone su cui si può intervenire con i light lifting sono:

  • la fronte, in caso delle rughe frontali e sulla radice del naso
  • le tempie, in caso di abbassamento delle sopracciglia
  • le guance, in caso dei solchi nasogenieni (le rughe a forma di parentesi ai lati del naso) e di labbra spioventi
  • il collo, in caso di doppiomento e rilassamento eccessivo

I mini-lifting dell’ultima generazione non prendono in considerazione solo la struttura cutanea del viso, ma anche quella muscolare, per un risollevamento delle strutture anatomiche più duraturo.

Il cedimento dovuto all’età coinvolge sia la pelle che i muscoli sottostanti. Se il sollevamento avvenisse solo a livello cutaneo, l’effetto del lifting sarebbe destinato a scomparire in breve e gli esiti sarebbero innaturali come in certi visi tirati. Le incisioni minime e il coinvolgimento delle strutture muscolari adottati nei mini lifting, invece, regalano un immediato ringiovanimento effettivamente naturale e prolungato nel tempo.