Radiofrequenza

Informazioni-sul-trattamento-di-Radiofrequenza

La Radiofrequenza è una tecnica innovativa per trattare viso e corpo. Si basa sulla provocazione di una contrattura immediata delle fibre collagene a livello del derma profondo con rassodamento e nuova tensione della pelle a livello profondo e superficiale.

Questo trattamento di medicina estetica favorisce un netto miglioramento del tono della pelle con forte riduzione delle pieghe, lassità cutanee e smagliature.

La sua efficacia è provata clinicamente e rappresenta la soluzione ideale per chi desidera unringiovanimento visibile, efficace, duraturo e senza chirurgia.

I macchinari a radiofrequenza medicale Exea Medical Excellence aiutano a intervenire con efficacia su vari tipi di inestetismi, come rilassamento cutaneo, segni di espressione, rughe, acne e pieghe grazie all’esclusivo effetto Bio-lifting.

I nostri macchinari per la radiofrequenza medica si basano sul principio della diatermia: viene innalzata la temperatura solo a livello del derma e dell’ipoderma, senza interessare l’epidermide.

L’azione del calore innesca una serie di azioni biologiche nei tessuti trattati, come l’attivazione dei naturali processi auto-riparativi dell’organismo, l’aumento delle attività cellulari e l’effetto rigeneratore delle funzioni cellulari.

 Il trattamento effettuato con i nostri macchinari elettromedicali per la radiofrequenza rende i tessuti più tonici e dà alla pelle del viso un aspetto più compatto, omogeneo e sano, attenuando le piccole rughe di espressione.

I trattamenti antiaging, soprattutto per il contorno occhi, il viso ed il collo, sono sempre più richiesti. Con le radiofrequenze si effettua un ringiovanimento cutaneo in maniera naturale, piacevole ed innocua, sia per le donne che per gli uomini.

Mentre nella chirurgia oculistica delle palpebre e della zona perioculare sono di largo impiego i bisturi a radiofrequenza, per la delicatezza del taglio, solo da pochi anni si sono evidenziati i vantaggi dei trattamenti estetici con le radiofrequenze, una tecnica non invasiva, in quanto non c’è ablazione della pelle come per altre metodiche, nè somministrazione di farmaci e di sostanze chimiche.

Comparati ai “filler” ed alla tossina botulinica, sempre con lo stesso scopo di ridurre le rughe perioculari e del viso, le radiofrequenze sembrano essere preferibili per il loro ampio utilizzo nella fascia di età tra i 30 ed i 65 anni, nonchè per l’ottima tollerabilità ed i risultati privi di rischi e dieffetti collaterali. Consentono di ottenere un lifting non chirurgico con un azione di rimodellamento del collagene, agendo in profondità sulla pelle,stimolando i fibroblasti a produrre nuovo collagene, che sostituisce quello invecchiato, appianando le rughe e determinando una maggiore tonicità e luminosità del viso. Una volta stimolate, le nostre cellule si mantengono attive nella produzione di collagene giovane, per cui gli effetti benefici durano circa un anno, ma è possibile mantenerli per molto più a lungo con delle semplici sedute di mantenimento.

Quindi con le Radiofrequenze é possibile intervenire sugli inestetismi di contorno occhi, viso e collo e mani, determinando un vero e proprioringiovanimento cutaneo innocuo e naturale.

I risultati estetici con le tecniche ablative fino ad ora in uso sono proporzionali all’aggressività del trattamento, determinando un effetto lifting quasi mai tridimensionale, senza giungere in profondità, con effetti collaterali come il dolore, l’indurimento o la perdita di elasticità dei tessuti profondi.

Cos’è la radiofrequenza e cosa si ottiene

Con la nuova tecnologia a radiofrequenza si ha un’importante innovazione, in quanto si ottiene un lifting non chirurgico trattando la lassità dei tessuti con un’azione di rimodellamento del collagene.

In pratica, grazie alla proprietà delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza che producono calore attraversando la nostra pelle, si stimola l’attività dei fibroblasti presenti nel nostro organismo a produrre il collagene, che è la sostanza che con il passare dell’età viene prodotta in minor misura, ed è responsabile della formazione delle rughe, della perdita di tono della pelle e dell’invecchiamento cutaneo. Pertanto il trattamento con radiofrequenza è un’ottima procedura non chirurgica, in quanto agisce sulle fibre del collagene determinandone una contrattura immediata a livello del derma profondo, fino alla fascia muscolare, con l’effetto di un piacevolerassodamento ed una maggiore tonicità della pelle della zona perioculare, del viso e del collo, appianando pliche e rughe. Le piccole rughe vengono eliminate, mentre le pieghe e le rughe profonde si attenuano notevolmente; la pelle appare più compatta e consistente, eliminando tutti gli in estetismi cutanei legati al rilassamento cutaneo.

A chi è consigliata la radiofrequenza

E’ indicata nei casi di lassità cutanea in quanto la riduce, determinando un effetto di stiramento simile ad un lifting, in un’età compresa tra i 30 ed i 65 anni. In particolare è indicata per trattare i seguenti difetti:

Rughe del viso, zampe di gallina, guance rilassate, collo rugoso, pelle flaccida, contorni del viso poco definiti, pieghe nasolabiali evidenti, collo rilassato (collo di tacchino), ptosi cutanea, esiti di acne, mani rugose.

Eventuali effetti collaterali e controindicazioni

La radiofrequenza non presenta alcun tipo di controindicazione, se non per le donne in gravidanza e per i portatori di pacemaker.E’ priva di effetti collaterali e non è dolorosa. L’unica sensazione che si avverte è un calore non fastidioso localizzato alla zona di trattamento ed un rossore della cute più o meno lieve, che scompare dopo qualche ora .

Immediatamente dopo il trattamento si possono riprendere tutte le normali attività senza nessun tipo di problema; negli Stati Uniti viene definita “lunch therapy”, ovvero trattamento della pausa pranzo.

A differenza di altre terapie la radiofrequenza può essere praticata in ogni stagione dell’anno, in quanto è possibile esporsi alla luce solare senza problemi.

Durata del trattamento ed effetti nel tempo

La durata di una singola seduta non supera complessivamente i 20-30 minuti. L’intero trattamento, a seconda dei casi, richiede un ciclo di 7-10 sedute, compresa qualche seduta di mantenimento da effettuarsi a distanza, in base all’orientamento stabilito dall’operatore. Questo trattamento rientra nei processi di rigenerazione naturale del nostro organismo, in quanto l’aumentata produzione di collagene si verifica grazie solo ed esclusivamente ad una risposta del nostro organismo. A differenza di altre tecniche, non vengono somministrate sostanze estranee di natura chimica, farmaci, ecc. Può funzionare insieme ad altri trattamenti, poiché la somministrazione di sostanze idratanti e di creme antiaging aumenta di efficacia se contemporaneamente viene praticata la radiofrequenza. I primi risultati sono visibili già dopo il primo trattamento, in quanto la pelle appare più turgida e tonica; il massimo del risultato si apprezza intorno ai 5-6 mesi, in quanto coincide con il momento di massima produzione del collagene. Essendo una risposta naturale del nostro organismo, necessita nel tempo che si effettui a fine ciclo qualche seduta di richiamo.

Per effettuare il trattamento, è sufficiente che il paziente arrivi in ambulatorio struccato e, prima del trattamento, si liberi di oggetti metallici quali orecchini, collane, bracciali, anelli, ecc.

Il medico effettuerà la giusta valutazione delle aspettative del paziente, un’accurata analisi della zona perioculare e della pelle e, come ogni trattamento medico chirurgico, è necessario un consenso informato specifico. Trattandosi di un trattamento medico non aggressivo, i risultati ottenuti sono simili ad un lifting chirurgico tradizionale, ma non sovrapponibili.

Sulla zona da trattare viene applicato un gel che ha la funzione di far scivolare meglio il manipolo dello strumento, di raffreddare la cute e di trasmettere in maniera ottimale l’onda elettromagnetica. Alla fine del trattamento si utilizzano creme idratanti o prodotti similari.

I risultati sono positivi nell’80% dei casi, mentre in un 20% dei casi i miglioramenti possono essere meno evidenti; in tutti i casi è totalmente innocuo, cioè privo di effetti collaterali. E’ interessante notare che la parte dei soggetti che non manifesta un miglioramento evidente, lo ottiene in realtà nella qualità della pelle o nella riduzione della lassità cutanea, con aumentata luminosità accompagnata a maggiore turgore e compattezza.

In sintesi, oggi con le radiofrequenze è possibile ottenere un ringiovanimento cutaneo naturale della zona perioculare, del viso e del collo. I risultati sono entusiasmanti, se si considera anche la totale assenza di rischi ed i principi naturali su cui si basa la metodica innovativa. Ovviamente sono disponibili vari tipi di apparecchi basati sullo stesso principio. La differenza è nella potenza e nella possibilità di effettuare varie regolazioni, con lo scopo di personalizzare quanto più possibile il trattamento, in base al tipo di pelle, all’età ed al sesso. Questa categoria di apparecchi aradiofrequenza “monofasica” sono dei presidi medico chirurgici che possono essere utilizzati soltanto da medici specializzati.

Esistono anche delle macchine più soft, utilizzate nei centri estetici, senza le svariate possibilità di regolazione, ma di utilizzo immediato. I risultati sono gradevoli ma, ovviamente, meno evidenti e duraturi di quelli che si ottengono con la radiofrequenza medica. Nella mia esperienza, mentre prima scattavo delle foto prima e dopo il trattamento, per dimostrare più a me stesso che ai pazienti che il lifting non chirurgico con radiofrequenze era efficace, ora mi basta leggere negli occhi delle persone la soddisfazione ed il piacere di vedersi più giovani e di sentirsi meglio con se stessi.
Peraltro, ho avuto modo di constatare che riuscire a migliorare l’aspetto estetico di una persona, in modo naturale ed innocuo, non è secondario agli interventi con il laser o alle terapie oculistiche che effettuo da trent’anni. Il fine è lo stesso: far stare bene. E sentirsi bene, piacersi, volersi bene, può avere gli stessi effetti benefici di una terapia, migliorando il tono dell’umore e le difese immunitarie, con il risultato di sentirsi meglio e ammalarsi meno.

Mentre nei primi tempi consideravo tali trattamenti estetici un’attività secondaria, mi sono reso conto della loro importanza sul benessere generale, tenendo conferenze e stage sul lifting non chirurgico con radiofrequenze. I risultati sono entusiasmanti, se si considera anche la totale assenza di rischi ed i principi naturali su cui si basa l’apparecchiatura. In conclusione, non ci resta che provare, con un sano realismo, a diventare più giovani e belli.