Rinoplastica

Rinoplastica

 

Intervista al Dott. Luca Cravero, specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica

D. Cos’è la rinoplastica?
R. La rinoplastica è un intervento finalizzato a cambiare la forma e le dimensioni del naso riducendo il gibbo (la cosiddetta gobba) e/o la punta ipertrofica.
A volte, se c’è una deviazione nasale e/o problemi respiratori, e’ opportuno associare alla rinoplastica un intervento sul setto (rinosettoplastica) e/o sui turbinati (turbinotomia, turbinectomia).
L’operazione può comportare solo cicatrici interne (rinoplastica “closed”) o, talvolta, richiedere anche una piccola cicatrice esterna in corrispondenza della columella (rinoplastica “open”) che, dopo alcuni mesi, risulta pressochè invisibile.

D. Quanto dura l’intervento?
R. L’intervento viene eseguito preferibilmente in anestesia generale, dura dai 90 ai 150 minuti e può essere effettuato in regime di day-surgery.
Il risultato estetico definitivo si ha solo dopo circa un anno dall’intervento, poiché il gonfiore (edema) post-operatorio del naso è molto lento a regredire del tutto, soprattutto nei nasi maschili

D. La rinoplastica è dolorosa?
R. Diversamente da quanto si possa pensare, la rinosettoplastica generalmente non è dolorosa e i tamponi nasali vengono rimossi dopo 24-48 ore.

D. Dopo un intervento di rinoplastica il naso assume un aspetto “naturale”?
R. Una rinoplastica correttamente eseguita non deve mai creare un naso con “un aspetto chirurgico”, artefatto.
La cicatrice, nel giro di tre mesi, diventa poco o per nulla visibile, in quanto effettuata in un’area dotata di ottima cicatrizzazione.